Per vendere bisogna svendere

Per vendere bisogna svendere.

 

Si, in questa fase di depressione economica volendo vendere un immobile bisogno calare il prezzo. Si sa infatti che quando la domanda di un bene è bassa e l’offerta è alta, per forza di cose anche il prezzo scende. Quindi vendere un’immobile per incassare soldi in questo momento non è la cosa migliore perché non si riuscirebbe a trarne un guadagno, specialmente se l’immobile è obsoleto. Anche il carico fiscale è particolarmente pesante sulla casa e contribuisce a convincere i proprietari a liberarsi di un bene che genera solo costi.

Con queste premesse e in questa fase economica non si vedono altre soluzioni. Ma proprio perché si tratta di una “fase” sappiamo che, come dice il proverbio, “dopo il brutto viene il bello”. La soluzione possibile quindi è aspettare tempi migliori per vendere, cioè quando il mercato sarà più vivace e si potranno spuntare prezzi migliori. C’è però un’altra insidia che potrà mettere ancora incertezza sul futuro prezzo di vendita di una casa: se un immobile è già obsoleto, tra due, tre o cinque anni sarà ancora più malconcio e data la veloce crescita delle innovazioni tecnologiche nel settore dell’edilizia, la scarsa qualità dell’immobile rispetto ad altri di nuova generazione lo renderà ancora una volta poco appetibile con conseguente necessità di calare il prezzo per venderlo.

C’è allora un’altra possibile soluzione per non perdere denaro ed investire sul futuro!
Si tratta di preparare adeguatamente il traguardo con le risorse giuste, vale a dire arrivare al momento della vendita dell’immobile con una casa competitiva rispetto ai nuovi edifici che in ogni caso saranno disponibili sul mercato.

Una casa ha un ciclo di vita molto lungo se viene mantenuta in efficienza negli anni, la necessità di ristrutturare una casa infatti si ripresenta periodicamente, tuttavia nei momenti di depressione scarseggia anche la disponibilità finanziaria per fare i lavori. Contestualmente però la depressione economica consente di sfruttare una grandissima opportunità che andrà a sparire non appena il mercato si riprenderà e cioè la disponibilità di prezzi bassi per materiali, manodopera e finanziamenti. Ma non solo!

Si è capito infatti anche a livello internazionale che il futuro dell’edilizia è quello di costruire edifici ad alte prestazioni per una migliore l’efficienza energetica e miglior comfort, quindi sono offerti importanti incentivi fiscali per il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici che contribuiscono fortemente ad abbattere i costi. Se mettiamo insieme tutte queste opportunità, costi bassi di materiali e manodopera, finanziamenti eccezionalmente a tasso ridotto e grandi incentivi fiscali si potranno fare dei seri lavori con pochi soldi. In questo modo si potrà trasformare un edificio deprezzato in un immobile con un futuro valore di mercato molto più alto dell’attuale.

Vale la pena quindi fare dei conti precisi ponderando bene come intervenire, mettendo in conto tutte le risorse disponibili ed i costi da sostenere.

 

 

Richiedi un preventivo gratuito per il Certificato Energetico

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>